Intimisto

Contatto: Profanare, Tradire, Superare.

Cambio in modo impercettibile.

Non sono una da svolte plateali.

Non si vede. Sembro sempre uguale: circondata dal nulla, vuota, arida e annoiata.

Elaboro tutto ciò che mi circonda e sotterraneamente lo lascio lavorare, perché è inevitabile che sia così.

Analizzo il mio senso di colpa e lo seziono in tante piccole parti per poterne soffrire meglio.

Ammetto di non essermi impegnata, perché non pensavo di doverlo fare. Ho cercato solo di essere discreta e non chiedere niente come faccio sempre, tenendomi da parte per lasciare spazio e tempo per ignorarmi meglio e farmi più male.

Ancora la vergogna e l’umiliazione mi pervadono, e avrei voglia di nascondermi e non uscire mai più.

Ma in fondo un guizzo di orgoglio sale e penso che io, almeno, posso camminare a testa alta.

Io, analitica, auto consapevole, dannatamente cervelluta e brillante, sì che posso farlo.

Chi dovrebbe davvero vergognarsi non ha neanche la decenza di scomodarsi a farlo, troppo preso com’è dal crogiolarsi nel proprio potere.

Il potere dà alla testa.

Non l’avevo mai vista davvero così. Non mi era mai stato così chiaro.

Quanta ingiustizia, quanto spreco.

E ancora quanto spargimento di sé.

Non ne vale davvero la pena. Ma era giusto, mi serviva, degradarmi.

Nulla è lasciato al caso, ogni azione ha il suo perché, ben oltre la nostra voglia di comprenderlo e accettarlo.

[I cambiamenti sono lenti e dolorosi,

ma la scelta di cambiare si fa in un attimo.]

 “La faccia di cemento,

tu parli e io non ti sento.

Io cambio e chi non cambia resta là.”

Annunci
Standard

3 thoughts on “Contatto: Profanare, Tradire, Superare.

  1. “mi piace”.
    “L’esperienza d’amore con i genitori comprende tuttavia una relazione di potere che poi nella vita adulta è necessario abbandonare. Il bambino infatti si trova in una posizione di dipendenza rispetto a quella del genitore e ne subisce dolorosamente il potere.”
    Vai qua
    http://babysara.forumfree.it/?t=20668629

    …Oh!… Si io t’amo quanto posso amare
    …Ma io… tremo!
    Che farai di me ora che sei sicura del tuo potere?
    Mi abbandonerai tu alle lagrime ed alla disperazione?
    Ti raffredderai con me?
    lo so che mi sarebbero utili le arti del libertinaggio
    per farmi amare di più:
    dovrei fingere meno ardore per irritare il tuo amor proprio.
    dovrei… Ah!
    La mia ragione le conosce tutte queste arti,
    ma purtroppo il mio cuore non sa fare alleanza
    con la mia ragione.
    io lo abbandono tutto a te…
    Ugo Foscolo

  2. Il libro che sto leggendo dice più o meno quello che dice anche il post che mi hai linkato.
    Beh, io allora ho una grande forza d’animo 😀 O è solo capacità autoanalitica. Dessero un premio in denaro per quello, potrei essere ricca.
    Molto belli i versi del Foscolo che hai citato.

    I tuoi nick sono sempre degni di nota. 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...