Uncategorized

Ricorsi storici, vecchi difetti.

Ritornare a te è come ritornare a casa: un’emozione, forte, foriera di ricordi, di odori, risate, dolori, dubbi, sapori contrastanti. In ogni caso, qualcosa che non sono in grado di gestire.

Mi indebolisco, e mangio pacchi interi di fette biscottate con salsa di pomodoro cruda, per celebrare la ridiscesa e il ritorno all’incuria.

La diagnosi è semplice, tagliente, univoca: è ancora troppo presto. E sarebbe il caso che prendessi sulle spalle il mio bagaglio d’esperienza e facessi la mia confessione finale: Vostro Onore, mi arrendo, questi sono i miei limiti. Non per mortificarmi e calpestarmi ma, finalmente, per rispettarmi, prendere atto e comportarmi di conseguenza, nella difesa della mia posizione, nella cura del mio essere in divenire, nella conservazione delle mie ossa, della mia carne, dei miei slanci di vita ancora intatti.

Avere cura di me, per me, è il compito più difficile che mi sia mai stato affidato. 

La tentazione di cadere è forte, in ogni momento, ad ogni occasione, ad ogni distrazione o gesto leggero. 

Devo, continuamente, riportarmi sull’attenti, darmi un colpetto ben assestato, razionalizzare il quadro e patteggiare. A volte, scivolerei, fino alla fine, senza recuperarmi mai, ma so di non potermelo permettere, non più. 

Mi piacerebbe poter essere più distante, guardare a tutto con occhio attento e vigile, critico, feroce, algida e ghiacciata. Invece, la distanza mi serve a non scottarmi di continuo e a limitare i danni della mia indole incosciente. 

Ammetto che vorrei che qualcuno mi proteggesse, che limitasse i danni, perché so che la mia motivazione può venire a mancare, prima o poi. Ma meglio ancora è, per me, oramai, abituarmi alla carestia e a saltare nel vuoto. 

Quando sei in aria, con il vuoto attorno, non hai il pavimento sotto i piedi, ed è allora che l’unico punto a cui puoi riferirti sei tu. A quel punto, il maestro ti dice: “O apri il tuo paracadute, oppure muori.”

Tertium non datur.

 

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...