Uncategorized

Sur le fil.

Perdo il contatto. Irrimediabilmente, ogni volta, al di là del mio controllo.
Cerco qualcuno che mi tenga a galla ogni volta che risalgo, che mi tiri per le braccia per non farmi ricadere giù.
Perdo il contatto e non sento più niente, neanche l’urgenza di uscire dall’acqua. Affogo senza accorgermene. Anzi, me ne accorgo ma non mi importa. Affogo come se non fossi io ad affogare. Come se io non fossi cosa mia, che mi riguarda. Dimentico di essere, di esistere, di vivere, di meritare qualcosa di mio. Dimentico.
Forse quando risalgo – e capisco – non sopporto tutta quell’aria insieme, tutta quella consapevolezza nuova. E poi, quell’aria mi rende così esposta, mi può abbandonare.
Dimentico le parole, il senso di urgenza, la disperazione. Mi sono disperata, ma ora, un attimo dopo, torno a cadere.
Come se niente fosse cambiato, riscendo giù.
Ma vi prego – vorrei dire davvero così – vi prego, tenetemi su, tiratemi per le braccia, non fatemi affogare.

Annunci
Standard

2 thoughts on “Sur le fil.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...