Uncategorized

Canne al vento.

Smetto di vivere.
Poi ricomincio.
Poi ricado all’indietro
e penso che almeno
esisto.

Sono una canna al vento.
Perché non sono uno spirito libero,
un treno in corsa,
o una pianta, verde, ferma sulle sue radici
ovunque il vento soffi,
che si nutre della luce del sole
e niente più.
Che di sole e acqua non può “abbuffarsi”
fino a stare male, per stare male,
ma ne prende il giusto per vivere
perché vivere è il suo scopo?
O una patina di resina su un albero,
trasparente e lucida
idea di libertà?
Perché soffro come respiro e come guardo
e come sento e come penso?
Perché non so pensare senza fare rumore,
un enorme rumore
come un ronzio fastidioso
e ossessivo,
ossessionante
(una condanna)?

2009

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...