Uncategorized

Vuoto/ronzio.

Puzzo di solitudine, di vecchio, di stantìo.

Peso come un macigno.

Salgo e scendo ma si rifiutano di riconoscere che sia la chimica a determinarlo. Mi sento sminuita, non vista, non riconosciuta, esclusa dalla malattia. Forse la comprensione dei più necessita sempre ed ancora di azioni estreme per essere sollecitata e scossa. Mi istigano alla teatralità.

La mia testa è vuota e ronzante.

Mi rilasso goffamente e per finta, provo a distendermi e a pensare. Mi manca così tanto prendermi cura di me stessa.

Mi getterei a capofitto nella vita, per paura di marcire ancora. Ma la paura dell’esterno è così forte che il male autogenerato resta quello preferibile perché scelto e controllato.

Vorrei dormire, sempre, ore ed ore di sonno, sonno infinito, sonno profondo. Sotto coperte pesanti.

Non sento niente.

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...