Uncategorized

Su “N-capace” di Eleonora Danco, ovvero i “Comizi d’amore” portati a teatro con la complicità di Nanni Moretti.

Scrivo anche qui. Seguitemi, su. Grazie.

Riflessioni sulla vita debosciata

Sono andata a vedere “N-capace” di Eleonora Danco. Sono andata a vederlo perché lo hanno dato al cinema Astra, a Napoli, in anteprima nazionale. Ci sono andata perché amo il cinema Astra, le iniziative che porta avanti e l’idea di contribuire alla sopravvivenza di un cinema d’essai storico in una bolgia di multisala invase da adolescenti in calore ingurgitanti pop-corn e patatine con eterodosse e discutibili salse alla nutella.

Sono andata a vederlo perché ho guardato il trailer e ho letto le recensioni, e si parlava di una donna che si spostava da una città all’altra in pigiama e portandosi dietro un letto, paragonandola ad un personaggio dei cortometraggi di Antonio Rezza. Si diceva, anche, “il film che è piaciuto a Nanni Moretti”. E si parlava di Pasolini. Per questi motivi sono andata a vederlo.

Ci sono andata da sola e ho preso il posto migliore, e mi sono goduta la solitudine…

View original post 689 altre parole

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...