Uncategorized

Dalla parte del pensiero.

Non capisco le convinzioni e le certezze, soprattutto quelle urlate.
Le convinzioni urlate ancorano a terra e sono proprie di chi agisce, mentre il dubbio è di chi osserva e valuta. Io le urla e la vita le osserverò, ci passerò accanto, magari le farò anche mie per qualche tempo, ma poi le sentirò sempre distanti, non più mie, e le capirò sempre poco, perché non sono da capire. Sarò sempre dalla parte opposta, dalla parte del pensiero.

Standard
Uncategorized

Mutante.

Le mie scelte dipendono dai luoghi, dalla luce, dai rumori, dalle voci degli altri, dalle loro parole o attenzioni, dai gesti o dagli sguardi mancati. Io non ho nessuna sostanza. Mi sveglio senza forma e poi la prendo. Mi puoi distruggere o ridare la vita con un cenno di una mano. Sono una canna al vento. Sono senza pelle. Sono plastilina. Puoi giocare con me. Mi puoi deformare.

Standard