Uncategorized

Sabotaggio d’amore.

Che tu possa innamorarti della mia ostinazione. Se non hai visto in me sufficiente bellezza, ironia, luce brillante, intelligenza, ciò che tutti lodano e che tu non reputi degno di uno sguardo. Che tu possa cedere di fronte al sacrificio che di me stessa e della mia vita opero, del sabotaggio del mio corpo e del mio cervello che metto in scena qui, su questo palcoscenico, in questa stanza piccola, grigia e polverosa, dell’insistenza con cui mi umilio e mi nego ogni possibilità di bellezza e di amore. Alla fine tu lo farai: alzerai il tuo sguardo su di me, per un secondo, un attimo sufficiente a restituirmi una goccia di tutta la vita a cui ho rinunciato, che ho perduto nel tentativo di arrivare a esso. Tutto questo sabotaggio, che sembra eterno, senza fine, senza scopo, arrotolato su sé stesso, acquisterà senso, forma, colore, sarà degno della propria stessa fine. La mia immagine apparirà, capovolta, alla retina del tuo occhio distratto. Io ci sarò, io ci sarò sempre stata.

legamialmodovarC

Annunci
Standard