Uncategorized

DOC.

Prendersi la responsabilità delle proprie azioni è un sollievo che, paradossalmente, solleva dal senso di colpa. Che cos’è il senso di colpa se non qualcosa che ci permette di deresponsabilizzarci? Mi sento in colpa, quindi questo bilancia la presunta nefandezza della mia azione. Invece no. La responsabilità è diversa dalla colpa. È un atto che solleva prima di tutto chi la prova, perché gli permette di riconoscersi nell’azione commessa, di capire che ci sono dei motivi che l’hanno portato a commetterla, per i quali ha scelto di commetterla.
La colpa logora. “Se solo avessi agito diversamente, adesso sarebbe tutto diverso” dice chi si sente in colpa. “Ho agito così perché in quel momento, per una serie di motivi, sono riuscito ad agire solo in quel modo, e ora mi prenderò le conseguenze delle mie azioni” dice la responsabilità. Si potrebbe obiettare che manca la libertà di scelta ma, secondo me, il libero arbitrio non esiste. La libertà esiste solo come libertà condizionata. Dalle circostanze, dai fatti, dalla propria stessa mente, che non è noi. Non esiste la scelta libera, quindi non esiste la colpa? Esiste la responsabilità, esiste la scelta, ma non esiste la libertà assoluta.

Oppure sì?

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...